Acari, Pollini e grotta di sale?


Allergia agli acari della polvere

Allergie

Nei casi di allergie alla polvere, gli acari sono sicuramente la componente più rilevante; sono microscopici animali (aracnidi) legati alla famiglia delle zecche e dei ragni, si nutrono principalmente di piccoli frammenti di pelle umana e si ritrovano in molti luoghi comunemente non abitati dalle persone. Gli acari si riproducono molto velocemente: una nuova generazione di acari nasce ogni 3 settimane. Sia le sostanze originate dalla decomposizione degli animali che le proteine che si ritrovano negli escrementi degli acari possono causare una reazione allergica; nelle case numerosi acari si possono ritrovare nei materassi, cuscini, lenzuola, nella tappezzeria e nei peluche. Appare dunque facile comprendere il motivo per il quale gli acari della polvere possono causare significativi problemi alle persone allergiche.

Pollini
I pollini di graminacee rappresentano la causa principale di pollinosi in Italia, la specie botanica più diffusa e comprendente specie coltivate (es. frumento, granoturco, orzo, segale, ecc.) e specie prative e spontanee (es. gramigna e loglio). La fioritura delle specie inizia in Aprile, per raggiungere la massima intensità nei mesi di Maggio e Giugno. Le graminacee spontanee liberano nell’aria notevoli quantità di pollini, mentre le specie coltivate in genere ne disperdono quantità inferiori, non rappresentando un problema dal punto di vista allergologico per la popolazione generale. E’ quindi importante conoscere il tipo di pianta alla quale si è allergici, il periodo di fioritura, la distribuzione geografica e considerare a quali altitudini e latitudini la fioritura della stessa pianta avviene più tardi. Esistono numerosi siti on-line che redigono un bollettino consultabile con l’andamento dei principali pollini per la settimana successiva. Durante temporali con fulmini l’umidità e l’elettricità possono, per shock osmotico, frantumare le particelle polliniche riducendole in frammenti di pochi micron di diametro che possono facilmente raggiungere le vie aeree periferiche provocando l’eventuale insorgenza di attacchi asmatici. La pioggia, invece, riduce momentaneamente la concentrazione di pollini nell’aria. I granuli pollinici sono la principale causa della rinite allergica che influisce sulla qualità di vita di chi ne soffre e comporta limitazioni nei rapporti sociali, nel tempo libero, riduce il rendimento lavorativo e scolastico. La rinite allergica, al di là dei sintomi acuti ben noti (starnuti, naso chiuso, naso che cola, congiuntivite, lacrimazione e prurito oculare) è una infiammazione della mucosa nasale e come tale deve essere trattata in maniera adeguata.

a

Gli allergeni ed il sistema immunitario

Il sistema immunitario del corpo è in grado di riconoscere e combattere determinate sostanze in grado di arrecare pericoli per l’organismo, come virus e batteri; altre sostanze che entrano nell’organismo sono invece innocue e per questo vengono ignorate. Gli allergeni sono sostanze innocue, ma possono causare delle reazioni allergiche in alcune persone sensibili: il polline, gli acari della polvere e la muffa sono esempi di allergeni.

 


Antifiammatororio

Il sale è un potente antinfiammatorio e antibatterico naturale che, una volta respirato, pulisce le vie respiratorie da ogni tipo di inquinante e allergene, formando una "barriera" per affrontare serenamente le problematiche fisiche connesse all’esposizione ai vari allergeni.

Grotta di sale

In questi ultimi anni anche in Italia é presente per gli allergici, un nuovo tipo di aiuto naturale complementare, che allontana, soprattutto nei giorni in cui l’infiammazione si presenta nella forma più acuta, tutti quei fastidi provocati dalle forme allergiche. Non sostituisce le eventuali terapie ma, in sinergia con esse, da’ un rilevante contributo al ripristino del benessere della persona allergica effettuando con il potere naturale del sale, una profonda igiene dell’apparato respiratorio.

Tecnologia Halomed

Le grotte di sale che utilizzano la tecnologia Halomed (l’azienda che ha progettato e brevettato il metodo dell’haloterapia controllata già dal 1991), permettono di respirare micro particelle di sale controllato e certificato, all’interno di una stanza tutta ricoperta di sale puro di miniera.

I Granuli Pollinici

Il diametro dei granuli pollinici è relativamente grande (25 micron) per alcune specie, mentre per altre può arrivare fino ai 3 micron potendo facilmente accedere alle piccole vie aeree e causare eventuali crisi asmatiche.

Probabile Tendenza Ereditaria

La ragione per cui solo alcune persone sviluppano allergia non è ancora completamente chiara, probabilmente la tendenza a sviluppare determinate forme è una questione ereditaria.

Un Aiuto alla Cura

Mettere momentaneamente a tacere i sintomi con trattamenti episodici non garantisce di aver sotto controllo l’infiammazione che li causa, che è invece da curare rivolgendosi al proprio medico di fiducia.